Senza presenza

“Senza Presenza”: due termini agli antipodi, quasi opposti, che apparentemente si escludono a vicenda.
Eppure nella mia ricerca iconografica sono il comune denominatore di ogni immagine, nello specifico percorso visivo...

In ogni scatto, l’assenza – cioè la “non presenza” – della figura umana come elemento caratterizzante e primario nella composizione scenica, diventa il vero soggetto della mia ricerca.

Gli oggetti ed i loro elementi geometrici prendono il sopravvento sull’uomo...

Il “senza” dunque diventa il filo conduttore che unisce la sequenza...


Dell’uomo rimane solo la presenza del passaggio, appena la sua ombra.
Ma in realtà la sua “non presenza” è solo momentanea, riferita ad un particolare istante, perché gli oggetti stessi ne rivelano l’esistenza, e dunque la presenza...”

Tratto dalla presentazione della mostra presso la Fondazione Italiana per la Fotografia di Torino.

2013 Saverio Simoncelli tutti i diritti riservati.